Get Adobe Flash player

 

Ufficio stampa

FESTA DELL'UVA. AD UN PASSO DAL RECORD

Sfiorato il record di bicchiere venduti all’85° edizione della Festa dell’Uva e del Vino Bardolino. La manifestazione, che ha chiuso i battenti lunedì 6 ottobre dopo cinque giorni all’insegna del bel tempo, ha registrato la vendita di 58mila 473 calici di vetro, sfiorando il record del 2011  ( 59mila 257).

“Un risultato strepitoso che fotografa il successo di un evento reso possibile grazie al lavoro svolto dalla Fondazione “Bardolino Top”, che si è dimostrata ancora una volta una grande squadra”, commenta il sindaco Ivan De Beni. “Uno dei principali meriti è stato quello di migliorare i già ottimi standard di servizi: penso alla pulizia del paese nonostante le migliaia e migliaia di turisti che si sono riversati sul lungolago di Bardolino, ma anche alla sicurezza garantita dalla Forze dell’Ordine e dal plotone di volontari del locale Comitato della Croce Rossa”, continua il primo cittadino che ha raccolto il plauso convinto delle cantine del territorio. “Nei giorni della Festa sono stati in molti a visitare le aziende agricole di Bardolino segno tangibile di una festa che ha come obiettivo primario la promozione del nostro vino”.

“La maggior parte delle persone che hanno affollato il lungolago  e preso d’assalto i ventisette chioschi presenti, ognuno con un proprio menù, nei primi giorni della festa erano tedesche”, interviene Fabio Pasqualini consigliere con delega al turismo e manifestazioni.  “Nei giorni di sabato e domenica c’è stato invece il grande afflusso d’italiani. Molti arrivati in pullman dalle regioni vicine a dimostrare la popolarità di una kermesse che ha riscosso apprezzamenti anche per la qualità di alcuni eventi proposti a partire dallo spettacolo pirotecnico musicale sul Garda di domenica sera.

Un aspetto non secondario, oserei dire di primaria importanza, è invece il calo d’interventi di pronto soccorso. Non più di trenta senza alcun ricovero in ospedale. Netta la diminuzioni di ragazzi alle prese con i fumi dell’alcol a testimoniare un più attento e sano approccio al vino delle giovani generazioni”.

La 86° Festa dell’Uva e del Vino Bardolino si svolgerà dall’1 al 5 ottobre 2015

 

"PAROLE SULL'ACQUA" E PEPPA PIG

“Parole sull’Acqua” chiude il sipario calando altri quattro assi. Domenica 8 giugno, l’evento culturale promosso dall’assessorato alla Cultura di Bardolino, si apre con un momento tutto dedicato ai bambini. Alle ore 11, nella tenso struttura di Piazza del Porto, ad ingresso libero, laboratorio con Peppa Pig. Gli episodi del celebre cartone si trasformano in racconti da leggere ma anche in cose da fare. La maialina rossa, creata in Inghilterra da Phil Davies, Mark Baker e Neville Astley,  sta superando tutti i più griffati personaggi di Disney e arriva a Bardolino per la gioia dei più piccoli.

Nel pomeriggio alle ore 17 Nadia Toffa presenta “Quando il gioco si fa duro” (Rizzoli). Dalle slot machine alle lotterie di Stato: come difendersi in un Paese travolto dall’azzardomania. Una delle Iene più determinate della tv scoperchia l’industria del gioco, l’unico business che non conosce crisi. Un’inchiesta sconcertante per capire chi vince davvero e chi perde.

Alle 19 è la volta di Antonio Caprarica, direttore della sede Rai nell’amata Londra fino al dicembre 2013, con “Il Romanzo dei Windsor”, e gli amori, intrighi, e tradimenti in trecento anni di favola Reale.

A chiudere la quinta edizione di “Parole sull’Acqua”, Marco Malvaldi con “Argento Vivo” della Sellerio editore alle ore 21.

TOCCA ALLA CONFRATERNITA

Domani, domenica 5 ottobre, all’85° edizione della Festa dell’Uva e del Vino Bardolino è il giorno dell’investitura dei due nuovi confratelli della Confraternita del Vino Bardolino. Ad essere incoronati dal gran maestro Bonuzzi il sindaco di Rednitzembach, paese gemellato a Bardolino, Jurgen Spahl e Franco Cristoforetti, presidente del Consorzio Tutela Vino Bardolino. Il tutto si svolgerà alle ore 18 al Parco di Villa Carrara Bottagisio. Subito dopo avverranno le premiazioni dei migliori vini Bardolino Doc e Docg. Si tratta del quarto concorso promosso dal Comune di Bardolino, riconosciuto dalla Comunità Europea e autorizzato dal Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali. Nelle settimane scorse è avvenuta, sotto la direzione del comandante della polizia municipale di Bardolino, la raccolta dei campioni di vino dalle singole aziende, la degustazione da parte di una giuria d’esperti e la votazione dei migliori vini. Una lunga operazione certificata dal responsabile tecnico dell’apposita commissione: l’enologo Giulio Liut. In tutto hanno partecipato 51 cantine.

Festa dell’Uva che premierà anche Heros Marai di Calmasino: è sua la foto più bella (vedi allegato) del concorso “Scatta la Festa”.

Come sempre nutrito il calendario degli appuntamenti  (spettacoli musicali, giochi per bambini, corsa podistica) per concludersi alle ore 23 con lo spettacolo pirotecnico musicale sull’acqua.

Corriere dell'adige

 

festa dell'uva

 

 

Leggi tutto...

BODYPAINTING, VINCE UN ALTOTESINO

Da Bolzano a Roma passando per la Romagna. L’ottava edizione dell’Italian Bodypainting Festival, il concorso nazionale dei corpi dipinti svolto a Bardolino nell’ampio parco di Villa Carrara Bottagisio, ha visto la vittoria dell’altotesino Johannes Stötter, di Val di Vizze che ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza dei trenta bodypainter in gara. Il tutto in un pomeriggio di intenso e duro lavoro seguito dallo spettacolo serale condotto da un ingessato Raffaello Tonon,  già protagonista in Tv con la “Fattoria” e “La Talpa”. Un evento di grande effetto scenico apprezzato dal folto pubblico e immortalato da una ottantina di fotografi a loro volta in gara per il concorso la “migliore immagine” del Festival dei corpi dipinti. Manifestazione sostenuta dal Comune di Bardolino e che si è fregiata del patrocinio del la Provincia e Camera di Commercio di Verona e della Regione Veneto. A giudicare le trenta “opere viventi” la bulgara Bella Volen, il lussemburghese Mike Shane, il brasiliano Alex Hansen, l’italo americano Filippo Loco, gli italiani Fiorella Scatena e Matteo Arfanotti, l’austriaco Alex Barendregt. Il tutto sotto la direzione artistica di Elena Tagliapietra, Fiorella Scatena e Flavio Bosco, professionisti del bodypainting, già campioni italiani nelle passate edizioni. Nella classifica finale Johannes Stötter, di Val di Vizze, ha preceduto Giusy Campoluongo di Civitanova e Marilena Censi di Rimini. Il premio per la miglior performance è stato assegnato a Francesca Tariciotti di Roma. Novità assoluta rispetto alle precedenti edizioni il fatto che il risultato della giuria potrà essere ribaltato dalla votazione popolare grazie al voto espresso per Sms al numero 4883888. L’invio sarà possibile fino al trenta settembre e al vincitore verrà riconosciuto un fine settimana a Bardolino offerto dalla locale associazione albergatori. Il concorso aveva come tema “Il mio gioco preferito” interpretato con fantasia e richiami fantastici da trenta artisti provenienti da vari settori: pittori, make up artist, aerografisti, restauratori, designer, architetti.. Durante lo show, molti gli artisti d’eccezione, come Karala B, che ha presentato in anteprima nazionale il suo terzo libro “Champions at heart”, progetto benefico per aiutare un campione di body painting affetto da una grave malattia, composto da ‘step by step’ di trenta artisti. 

Altri articoli...