Get Adobe Flash player

 

Ufficio stampa

85° FESTA DELL'UVA E DEL VINO BARDOLINO

Si svolgerà da giovedì 2 a lunedì 6 ottobre la 85° edizione della Festa dell’Uva e del Vino di Bardolino. La manifestazione, promossa dal Comune e dalla Fondazione Bardolino Top, richiama ogni anno nel centro gardesano migliaia e migliaia di persone, in particolar modo straniere, per un evento articolato sul lungolago: da Punta Mirabello a Punta Cornicello.

Un appuntamento in onore della vendemmia e delle due maggiori tipologie del vino Bardolino Classico e Bardolino Chiaretto, entrambi dai nobili natali e dalla denominazione di origine controllata e garantita per il Bardolino Superiore.

Cinque giorni di intrattenimento, musica, arte e buona cucina distribuita sia nei chioschi di degustazione, allineati sul lungolago, come in trattorie, ristoranti, agriturismo ed enoteche. Ventisette gli stand enogastronomici, espressione delle associazioni sportive e del volontariato di Bardolino, ognuno con un proprio menu in grado di soddisfare ogni palato. Stand che rimarranno aperti tutti i giorni dalla mattina alla sera (dalle ore 11 alle  01; sabato e domenica apertura alle 10).

Al centro del parco di Villa Carrara Bottagisio, fulcro della manifestazione e sede anche dei maggiori spettacoli, è presente l’info point dove è possibile degustare il cocktail Chiarè. Variegata l’offerta d’intrattenimento a partire dagli appuntamenti musicali che si svolgeranno a Villa Carrara Bottagisio e al Porto di Bardolino.

Non mancherà lo show pirotecnico musicale sull’acqua (domenica 5 ottobre ore 23) e iniziative di educazione ambientale con Ecoman (domenica dalle 15 alle 18) o la visione della proiezione tridimensionale, prodotta dall’artista Ben Peretti sulla facciata di Villa delle Rose (tutte le sere dalle 20 alle 24). Spazio poi al concorso “Scatta la festa” con la miglior foto “imprigionata” durante l’edizione in corso e le premiazioni, domenica 5 ottobre alle 18 a Parco Villa Carrara Bottagisio, dei migliori produttori partecipanti al quarto concorso Enologico Festa dell’Uva e del Vino e l’investitura dei nuovi confratelli del Vino Bardolino.

Tra le novità da segnalare la mostra fotografica: “Ieri e oggi, immagini della festa”, nel cortile del municipio di Bardolino in Piazzetta San Gervaso”.

"PAROLE SULL'ACQUA" E PEPPA PIG

“Parole sull’Acqua” chiude il sipario calando altri quattro assi. Domenica 8 giugno, l’evento culturale promosso dall’assessorato alla Cultura di Bardolino, si apre con un momento tutto dedicato ai bambini. Alle ore 11, nella tenso struttura di Piazza del Porto, ad ingresso libero, laboratorio con Peppa Pig. Gli episodi del celebre cartone si trasformano in racconti da leggere ma anche in cose da fare. La maialina rossa, creata in Inghilterra da Phil Davies, Mark Baker e Neville Astley,  sta superando tutti i più griffati personaggi di Disney e arriva a Bardolino per la gioia dei più piccoli.

Nel pomeriggio alle ore 17 Nadia Toffa presenta “Quando il gioco si fa duro” (Rizzoli). Dalle slot machine alle lotterie di Stato: come difendersi in un Paese travolto dall’azzardomania. Una delle Iene più determinate della tv scoperchia l’industria del gioco, l’unico business che non conosce crisi. Un’inchiesta sconcertante per capire chi vince davvero e chi perde.

Alle 19 è la volta di Antonio Caprarica, direttore della sede Rai nell’amata Londra fino al dicembre 2013, con “Il Romanzo dei Windsor”, e gli amori, intrighi, e tradimenti in trecento anni di favola Reale.

A chiudere la quinta edizione di “Parole sull’Acqua”, Marco Malvaldi con “Argento Vivo” della Sellerio editore alle ore 21.

AIR SHOW: UN SUCCESSO ANNUNCIATO

Il fascino delle Frecce Tricolori, la straordinaria esibizione dell’ F16 belga, le prove d’abilità (scafo ed elicottero) della Guardia di Finanza, il rumore “dolce” dell’Aermacchi Mb 326 sono solo alcuni degli ingredienti di successo dello spettacolare “Bardolino Air Show”.  Si stima che l’evento organizzato dal Comune di Bardolino, in collaborazione con l'Aeroclub di Verona Boscomantico, il Club Frecce Tricolori del Garda e l’Aeronautica militare, abbia richiamato nel centro lacustre oltre 250mila persone.

“E’ un dato straordinario che premia gli sforzi messi in campo da una macchina organizzativa incredibile che coinvolge il primis la Fondazione Bardolino Top”, ha sostenuto entusiasta al termine della manifestazione il sindaco di Bardolino Ivan De Beni. Primo cittadino conscio che l’incredibile affluenza di pubblico, superiore alle due precedenti manifestazioni (2008-2010), abbia per forza di cose avuto delle ripercussioni sul traffico nonostante la mole di volontari della Protezione Civile e delle associazioni di Bardolino messe in campo. Un dato su tutti può aiutare ad inquadrare la mole di gente arrivata sul Garda nel giro di poche ore.  I tre bus navetta che facevano spola da Calmasino, dov’erano situati parte dei parcheggi, a Bardolino non ce l'hanno fatta a soddisfare tutte le richieste con inevitabile fiumana di gente che a piedi ha raggiunto il centro storico di Bardolino dove, tra Punta Mirabello e Punta Cornicello, si è svolta la manifestazione.

Ma anche sabato, durante le prove generali, l’afflusso sul lungolago è stato costante con positiva ricaduta economica per i tanti ristoranti, bar, pizzerie e gelaterie di Bardolino. “L’obiettivo è stato centrato: offrire ai residenti e turisti uno spettacolo unico e aiutare le categorie economiche di Bardolino a dare una impennata agli incassi”, ha chiosato con sano pragmatismo il sindaco De Beni pronto a ricordare che l’evento è stato sostenuto dall’aiuto finanziario di sponsor privati.

Foto di Valentino Alberti

Corriere dell'adige

 

festa dell'uva

 

 

Leggi tutto...

BODYPAINTING, VINCE UN ALTOTESINO

Da Bolzano a Roma passando per la Romagna. L’ottava edizione dell’Italian Bodypainting Festival, il concorso nazionale dei corpi dipinti svolto a Bardolino nell’ampio parco di Villa Carrara Bottagisio, ha visto la vittoria dell’altotesino Johannes Stötter, di Val di Vizze che ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza dei trenta bodypainter in gara. Il tutto in un pomeriggio di intenso e duro lavoro seguito dallo spettacolo serale condotto da un ingessato Raffaello Tonon,  già protagonista in Tv con la “Fattoria” e “La Talpa”. Un evento di grande effetto scenico apprezzato dal folto pubblico e immortalato da una ottantina di fotografi a loro volta in gara per il concorso la “migliore immagine” del Festival dei corpi dipinti. Manifestazione sostenuta dal Comune di Bardolino e che si è fregiata del patrocinio del la Provincia e Camera di Commercio di Verona e della Regione Veneto. A giudicare le trenta “opere viventi” la bulgara Bella Volen, il lussemburghese Mike Shane, il brasiliano Alex Hansen, l’italo americano Filippo Loco, gli italiani Fiorella Scatena e Matteo Arfanotti, l’austriaco Alex Barendregt. Il tutto sotto la direzione artistica di Elena Tagliapietra, Fiorella Scatena e Flavio Bosco, professionisti del bodypainting, già campioni italiani nelle passate edizioni. Nella classifica finale Johannes Stötter, di Val di Vizze, ha preceduto Giusy Campoluongo di Civitanova e Marilena Censi di Rimini. Il premio per la miglior performance è stato assegnato a Francesca Tariciotti di Roma. Novità assoluta rispetto alle precedenti edizioni il fatto che il risultato della giuria potrà essere ribaltato dalla votazione popolare grazie al voto espresso per Sms al numero 4883888. L’invio sarà possibile fino al trenta settembre e al vincitore verrà riconosciuto un fine settimana a Bardolino offerto dalla locale associazione albergatori. Il concorso aveva come tema “Il mio gioco preferito” interpretato con fantasia e richiami fantastici da trenta artisti provenienti da vari settori: pittori, make up artist, aerografisti, restauratori, designer, architetti.. Durante lo show, molti gli artisti d’eccezione, come Karala B, che ha presentato in anteprima nazionale il suo terzo libro “Champions at heart”, progetto benefico per aiutare un campione di body painting affetto da una grave malattia, composto da ‘step by step’ di trenta artisti. 

Altri articoli...